Serie A1

Conosciamoci meglio: le playmaker

Sette domande per conoscere meglio le ragazze del roster Le Mura 2017/2018.
Nelle prossime settimane pubblicheremo delle brevi interviste fatte a coppia per ruolo, partiamo dal duo di playmaker Valeria Battisodo Erika Striulli.

1) Se tu non avessi giocato a basket, che sport avresti fatto?

V. Penso il tennis
E. Avrei fatto sci al 100%

2) Ti trovi in un mismatch difensivo, qual è la prima cosa che pensi?

V. Più che pensare urlo più forte che posso “AIUTOOOOO!”
E. Il primo pensiero è a come posso giocare di astuzia per non soccombere

3) Hai di nuovo 9 anni che ruolo sceglieresti per la tua carriera?

V. Sarei ancora playmaker, penso sia il ruolo più bello anche se forse il più difficile, sì sceglierei ancora la regia
E. Playmaker, è un ruolo che, se interpretato nel modo giusto, mette sempre a dura prova la tua personalità e ti costringe a sfidare i tuoi limiti caratteriali. È una sfida continua che include non solo il tuo essere giocatore ma anche la tua persona.

4) Quale caratteristica di gioco o peculiarità “ruberesti a erika/valeria”?

V. La rapidità di piedi
E. Il tiro da 3 punti dietro ai pick (& roll ndr.)

5) Che regalo vorresti da babbo natale?

V. Un cuoco personale per quando torno a casa dagli allenamenti e sono stanca per cucinare (ride…)
E. Gli lascio libera iniziativa, preferisco la sorpresa

6) Il coach disegna lo schema per l’ultima azione, punteggio in parità, devi passare alla compagna ma ti trovi solissima per tirare a due secondi dalla fine…che fai, tiri o passi?

V. Se è libera anche la mia compagna ed è una tiratrice gliela passo
E. Quando si disegnano le rimesse solitamente le opzioni vanno in ordine e sono più di una! Se il campo dice che devo prendermi il tiro lo prendo senza problemi.

7) Sei più felice se fai l’assist vincente o il tiro della vittoria?

V. Il tiro della vittoria è adrenalina pura, ma l’assist per me è la cosa più bella del mondo
E. La gratificazione di un giocatore non puó dividersi tra fare l’assist vincente o il canestro della vittoria. Bensì tra fare la scelta giusta o quella sbagliata. Se è il tiro si tira. Se è l’assist si passa.