Giovanile
Serie A1

Gesam Lucca, pesante vittoria al fotofinish sull’Allianz Geas 67-65

Gesam Gas e Luce Lucca: Jakubcova 14, Zempare 6, Ravelli 6, Jeffery 17, Bonasia 9, Madera 3, Pastrello 5, Vitari ne, Orsili 4, Farnesi ne, Smorto 3 e Cibeca ne Allenatore: Francesco Iurlaro

Allianz Geas Sesto: Oroszova 11, Brunner 6, Williams 15, Verona 11, Panzera 7, Zampieri 2, Arturi 3, Botteghi ne, Ercoli 2 e Crudo 8 Allenatore: Cinzia Zanotti

Arbitri: Cosimo Capurro, Cristina Maria Culmone e Chiara Bettini

Note: Fischiato un tecnico a Iurlaro a 2’55’’ nel secondo quarto. Spettatori 700

Parziali: 20-19, 38-41 e 56-55

Finale: 67-65

In un sabato sera adatto ai cuori forti, il Basket Le Mura Lucca si aggiudica la sfida contro l’Allianz Geas 67-65 e giunge alla pausa per le nazionali con un lusinghiero quinto posto nel carniere. Decisamente positivo il bilancio di questa fase iniziale per le biancorosse, giunte al quarto successo nelle ultime cinque uscite, che hanno superato un’avversaria del calibro delle lombarde. Il confronto tra un gruppo completato nuovo, l’unica eccezione è rappresentata da capitan Ravelli, e un roster che poggia le sue fondamenta sull’intelaiatura della passata stagione ha divertito il pubblico del Palatagliate. Coach Iurlaro ha avuto risposte importanti da Ivana Jakubcova, 14 punti e 10 rimbalzi per lei, che sta prendendo sempre più confidenza con la pallacanestro che vuole il tecnico pesarese. In una partita così equilibrata, sono risultati decisivi il fatturato dei rimbalzi, 35 a 31 per Lucca, e quel pizzico di attenzione in più palesato nei momenti cruciali della serata.

Iurlaro e Zanotti fanno partire sul parquet i rispettivi quintetti titolari: Jakubcova, Zempare, Ravelli, Jeffery e Bonasia per le locali, Oroszova, Brunner, Williams, Verona e Panzera tra le lombarde. Ritmi alti in apertura del primo quarto con una Geas che esce meglio dai blocchi con un repentino parziale di 0-4 contrassegnato da Costanza Verona e Oroszova. Le biancorosse inizialmente pagano dazio a causa di alcune palle perse di troppo salvo poi rientrare in carreggiata grazie ad una Jeffery in versione trascinatrice. La tripla di Valentina Bonasia inchioda il punteggio sul 12-12; il playmaker abruzzese pesca il secondo fallo della sua serata quando mancano 4’35’’ alla fine del primo mini periodo. Stesso destino, dalla parte opposta, per la pari ruolo Verona. Gesam che mette la freccia nel punteggio con i quattro liberi di Batabe Zempare.

Diverso il discorso nel quarto successivo dove Sesto, trascinata da una Brooque Williams che pronti e via mette a referto otto punti, attua una zona che manda in difficoltà la Gesam. Il parziale di 3-12 in favore della Geas viene interrotto dal tiro da tre di Bonasia. Le rossonere toccano anche il +11, massimo vantaggio, sembrando essere in controllo delle operazioni. Il fallo tecnico fischiato a coach Iurlaro a 2’55’ da giocare paradossalmente scuote le biancorosse che riducono il gap grazie alla tripla di Jakubcova, uscita vincitrice dal confronto made in Slovacchia con Oroszova, e allo spunto di Orsili. Geas che va così al riposo con tre punti di vantaggio.

Alla ripresa delle ostilità Ravelli e Jeffery piazzano due conclusioni vincenti dalla distanza che valgono il controsorpasso. Lucca predispone degli accorgimenti alla propria difesa che, specialmente nel quarto quarto, faranno pendere la bilancia a proprio favore. Il team di Zanotti non demorde e la partita assume la fisionomia di un ring dove i due “pugili” colpiscono rispettivamente l’avversario. La fotografia del rinfrancato atteggiamento delle biancorosse viene scattata dalla stoppata di Orsili su Verona che innesca l’immediato contropiede di Smorto. Ottimo l’impatto sulla gara del numero 28 di Lucca. Le ragazze di Iurlaro provano ad allungare sul +5 ma il tentativo viene rintuzzato da Costanza Verona che, in questa rimpatriata tra alcune delle principali protagoniste di un’estate da ricordare per le selezioni giovanili italiane, si carica sulle spalle la Geas.

Nei dieci finali e decisivi minuti Gesam sbarra la via del canestro a Sesto per 6’50’’ portandosi fino ai sette punti vantaggio per effetto dei canestri firmati Pastrello e Bonasia. Le biancorosse, però, non riescono a usufruire del bonus di falli in tempi celeri, consentendo così alle lombarde di tornare sul -1 grazie alla premiata ditta Verona-Panzera. Il canestro da tre, Lucca ha tirato dalla distanza con il 42%, di Madera riporta a due i possessi di distanza tra le compagini ma la Geas, ancora una volta, ha la forza di reagire e di impattare sul 65-65 sempre con Ilaria Panzera a 31’’ dalla sirena. I due liberi mandati a referto di Chucky Jeffery, 17 punti per lei, e un ultimo possesso finale con il brivido, Oroszova fallisce la tripla che avrebbe regalato i due punti a Sesto, permettono al pubblico di fede biancorossa di poter liberare la propria gioia. Da stasera il Basket Le Mura Lucca è da solo al quinto posto in una classifica guidata dall’imbattuta Passalacqua Ragusa.

Rassegna Stampa del giornale: “La Nazione “

______________________________________________________________________________________________________________________________

BasketInside: A1 – Lucca in volata batte un Geas mai domo

Gara avvincente al Palatagliate, Oroszova fallisce la tripla della vittoria a una manciata di secondi dalla fine e Le Mura può esultare.
Vince il Basket Le Mura Lucca contro un Geas mai domo. Vince rischiando tutto sull’ultimo tiro di Oroszova, cui la difesa biancorossa concede una tripla a una manciata di secondi dalla sirena. Il tiro non va, il rimbalzo è biancorosso e Gesam Gas può esultare. Ma gli applausi finali vanno anche al Geas, squadra frizzante, in stato di salute, ben allenata e ben messa in campo. Che però nel secondo tempo smarrisce un po’ di quello smalto offensivo che le aveva permesso di guidare la gara nulla prima parte. Lucca prende le misure a Williams e a metà del terzo quarto si ritrova avanti. nonostante l’elevato numero di palle perse (alla fine saranno ben 24), che potevano costarle molto.
Il match è intenso e tirato sin dall’inizio. L’approccio è migliore da parte del Geas, che parte con decisione, facendo leva sulla solidità di Brunner e sull’estro di Verona. Zempare ci mette un po’ a carburare, ci sono subito le palle perse a condizionare il punteggio di Lucca, che però pian piano si ritrova e comincia a prendere le misure alle lombarde, chiudendo 20-19 il primo quarto.
Nel secondo tempino è Williams protagonista, Gesam Gas ha difficoltà a neutrrlizzarla, il Geas piazza un break che lo porta avanti 37-26. La gara sembra poter svoltare dalla parte degli ospiti ma Lucca non ci sta. L’energia e la sfrontatezza di questa squadra producono il recupero, all’intervallo lungo il tabellone recita 38-41.
Gara aperta e terzo quarto sul filo dell’equilibrio, anche se Le Mura sembra poter mettere le mani sulla partita. E’ nell’ultimo però che si concretizza l’allungo biancorosso, 62-55, Il Geas ha già esaurito il bonus a metà quarto, Lucca potrebbe chiudere il match e invece non lo fa per un’altra serie di palle perse e perché non riesce a sfruttare la situazione falli ospite. Il Geas torna a -1, poi Madera trova una tripla, ma Pastrello dalla lunetta fallisce due liberi e tiene aperto il risultato. Fino al tentativo di Oroszova, che non ha fortuna.
Resta l’impressione di due squadre piacevoli da vedere, con tante ragazze di talento, serbatoio per il nostro basket: Verona e Panzera per il Geas, Madera, Pastrello e Orsili per Lucca. Le Mura iscrive a referto Jacubkova in doppia doppia (14 e 10) e Jeffery top scorer con 17 punti, Dall’altra parte Williams si ferma a 15 mentre una vivace Crudo ne mette 8.
Gesam Gas Le Mura Lucca – Allianz Geas Sesto San Giovanni 67-65 (20-19, 38-41, 56-55)-
LUCCA: Jeffery 17, Jacubkova 14, Cibeca n e,  Bonasia 9, Pastrello 5, Orsili 4, Ravelli 6, Vitari ne, Farnesi ne, Madera 3, Zempare 6, Smorto 3. Coach Iurlaro.
SESTO: Zampieri 2, Arturi 3, Botteghi ne, Verona 11, Crudo 8, Oroszova 11, Williams 15, Panzera 7, Ercoli 2, Brunner 6. Coach Zanotti.
ARBITRI: Capurro, Culmone e Bettini.
______________________________________________________________________________________________________________________________

Allianz Geas, a Lucca la spuntano le padrone di casa nel finale (67-65)

Partita intensa ed equilibrata fino alla fine. Zanotti: “Buon primo tempo, calate nel secondo soprattutto per mancanza di gioco di squadra. Testa alla prossima”. Il campionato si fermerà per un weekend per lasciare spazio agli impegni della nazionale.
LUCCA, 9 novembre 2019
Nella trasferta di Lucca l’Allianz Geas cade sul filo di lana, mancando l’ultimo tiro della vittoria dopo una gara molto equilibrata e caratterizzata da diversi mini-parziali. Incontro incerto fino alla fine, con entrambe le squadre che, in momenti differenti, riescono a staccarsi dalle avversarie senza però allungare definitivamente. Lucca supera così Sesto e sale in quinta posizione con 8 punti lasciando le ragazze di coach Zanotti in sesta (a 6 punti, come Vigarano, Broni ed Empoli). Nota di rilievo della sesta giornata: Ragusa vince comodamente (83-60) il big match con Venezia e rimane così in pole position in solitaria e da imbattuta con 12 punti.
Il Geas parte ingranando la marcia giusta con un 4-0 di Verona e Oroszova, ma le padrone di casa recuperano in fretta grazie alle buone iniziative di Jeffery. È ancora l’Allianz a trovare la spinta per il +3 con i punti di Oroszova, Brunner e Williams e con gli assist di una ispirata Panzera, ma, di nuovo, Lucca non permette alle ospiti di staccarsi. Sesto torna ancora a +3 con l’1/2 di Brooque Williams ai liberi, ma le toscane, con un 6-0 di soli tentativi a gioco fermo di Zempare e Orsili, riescono a convertire lo svantaggio in vantaggio. In chiusura di primo quarto un jumper dal gomito dell’area di Williams accorcia la distanza a 1 punto. Nella seconda frazione la guardia americana Williams si carica Sesto sulle spalle: il Geas prima produce un 5-0 in 40’’ (con tripla di Williams) e poi si ripete con un altro 5-0 personale dell’esterna di Pittsburgh che raggiunge quota 8 punti segnati in soli 2’25’’ nel periodo (+6 Allianz). Il vantaggio viene incrementato a 8 punti con il tiro in sospensione di Crudo (7-0 Geas in 1’40’’); le lombarde non si fermano e, dopo aver incassato la tripla di Jakubcova, rispondono sempre dai 6.75 con Arturi e Oroszova (massimo +11 rossonero). Lucca però si riprende e macina in 1’10’’ un contro-parziale di 6-0 tornando a -5: le sestesi buttano l’occasione di riallungare sbagliando 3 tiri liberi su 5 tentati nel giro di 1’20’’. Lo svantaggio di Lucca sul finire del primo tempo viene ritoccato a -3 con altri 2 punti della lunga slovacca Jakubcova.
Nella ripresa i ritmi di gioco di entrambe le squadre si riconfermano altissimi: la partita procede in totale equilibrio (con sorpassi e contro-sorpassi di 1 solo punto) per più di 5’, prima che Lucca riesca con alcune buone occasioni di Orsili, Smorto e Zempare a scavare un 7-0 in 2’ (+6 per il Basket Le Mura). Le rossonere rispondono immediatamente con una tripla di Verona e una penetrazione di Crudo (5-0 in 1’30’’ e -1). Nella prima metà della frazione finale Lucca trova con continuità la via del canestro con buoni movimenti offensivi e una quantità limitata di errori, mentre l’attacco del Geas vive frangenti di confusione sbagliando un eccessivo numero di tiri e non trovando punti per 6’40’’: con un 6-0 le padrone di casa salgono a +7. Il primo canestro del quarto dell’Allianz arriva dalle mani di Ercoli, che è seguita poco dopo da Verona, con un piazzato dall’angolo, e da Panzera, con un semi-gancio ad alto coefficiente di difficoltà (6-0 Sesto in 1’30’’ e -1). Madera con una tripla riporta le sue a 4 lunghezze di vantaggio ma Oroszova non sbaglia in penetrazione, Pastrello fa 0/2 dalla lunetta e Verona, con 30’’ sul cronometro, ruba palla a centrocampo e riesce a servire Panzera che in contropiede impatta il risultato. Nell’altra metà campo Jeffery subisce fallo e fa 2/2 ai liberi: nell’ultima azione dell’Allianz, con 7’’ da giocare, Oroszova sbaglia il jumper dalla distanza, Panzera strappa il lungo rimbalzo offensivo, ma il suo difficile tiro al volo sulla sirena è corto.
Il Geas tira con un buon 48% da due, ma commette molti errori dalla distanza (22%) e a gioco fermo (60%). Quasi specularmente, Lucca tira da due col 34%, ma è più precisa sia dall’arco (42%) che dalla lunetta (83%). Scontro equilibrato anche sotto le plance, con le padrone di casa che vincono di poco la gara a rimbalzo, con 35 contro 31. Entrambe le squadre, ma più Lucca che l’Allianz, commettono troppi errori nella gestione di palla, soprattutto nei momenti più caldi e intensi della partita: le ragazze di coach Iurlaro perdono 23 palloni recuperandone solamente 2, mentre Sesto ne perde 13 e ne ruba 3. Le uniche due lucchesi in doppia cifra di punti sono Jeffery (17, con 2/3 da tre e 5/5 ai liberi, 6 rimbalzi, 3 assist e 22 di valutazione) e Jakubcova (14, con 3/4 da due, 2/2 da tre, 2/2 ai liberi, e 10 rimbalzi); buona prestazione anche della regista Bonasia, che chiude con 9 punti, 4 rimbalzi e 7 assist (ma 7 palle perse). Tra le rossonere, la top scorer è Brooque Williams, che però non riesce a segnare per tutto il secondo tempo: la guardia finisce a 15 punti, 2 rimbalzi e 2 assist. Segnano 11 punti sia Verona sia Oroszova, che aggiungono rispettivamente 2 rimbalzi, 1 assist, 1 recuperata, 0 palle perse e 8 rimbalzi, 2 assist e 15 di valutazione. Iniziative positive arrivano anche da parte di Crudo (8 punti, 5 rimbalzi e 2 assist), Panzera (7 punti, 5 rimbalzi, 2 assist, ma ancora limitata dai falli: 3 poco dopo la metà della seconda frazione) e Brunner (6 punti, 7 rimbalzi e 2 assist).
A questo link il tabellino completo della partita.
Ecco i risultati degli altri incontri della sesta giornata di campionato: Vigarano – Palermo 88-75; Broni – Torino 78-73; Schio – Battipaglia 63-47; Bologna – Costa Masnaga 67-73; Empoli – San Martino 52-83; Ragusa – Venezia 83-60.
La prossima settimana sarà dedicata interamente agli impegni di qualificazione agli europei delle nazionali: la serie A1 tornerà tra due weekend. Allora, l’Allianz Geas affronterà la trasferta di Costa Masnaga, sabato 23 novembre alle ore 21.
COACH ZANOTTI – “Abbiamo disputato un buon primo tempo, commettendo qualche errore difensivo ma giocando con ritmo in attacco. Nel secondo tempo ci siamo arenate nella metà campo offensiva muovendo poco la palla e cercando soprattutto iniziative individuali. La mancanza di gioco di squadra ci ha un po’ penalizzato e abbiamo segnato sicuramente poco. Era una partita che avremmo potuto vincere, persa alla fine per soli 2 punti: il risultato ci sta. Testa alla prossima gara: da dopo questo piccolo break a causa della pausa nazionali si ricomincia a lavorare”.
Fabiano Scarani – Ufficio stampa ALLIANZ GEAS
_____________________________________________________________________________________________________________________

Rassegna Stampa del giornale: “Il Tirreno “

_________________________________________________________________________________________________
Nelle apposite pagine del nostro sito potrete trovare foto del match, classifica, risultati della 6°a giornata e calendario, tabellini