Serie A1

Lucca all’assalto della Supercoppa Italiana

Ci siamo, domenica 30 settembre, palla a 2 alle ore 18.00 si comincia a fare sul serio con la Supercoppa Italiana.
Come lo scorso anno a dare inizio alle danze saranno la Famila Wuber Schio e la Gesam Gas & Luce Lucca.
Un match ormai classico non solo per il campionato ma anche per la Supercoppa, la gara di domenica, infatti, sarà la quarta finale che toscane e venete disputeranno da avversarie.
Il bilancio è nettamente favorevole alle orange che nei 3 precedenti hanno sempre alzato il trofeo, ma, dato ancora più inquietante per i tifosi lucchesi, Schio vince il primo atto della stagione da ben 7 anni consecutivi.
Rispetto a 12 mesi fa poco o niente di simile, dei due roster che si affrontarono al PalaTagliate rivedranno il parquet solo Francesca Dotto e Raffaella Masciadri. In verità ci saranno in campo anche Martina Crippa, Valeria Battisodo, Giulia Gatti e Monique Ngo Ndjock ma tutte a maglie invertite.
L’estate ha portato, infatti, grandi movimenti in entrambe le piazze, del gruppo che l’anno scorso ha saccheggiato tutti i trofei in palio sono rimaste in casa Schio solo la ex Dotto (promossa capitana) il centro Lisec, recuperata dalla rottura del tendine d’achille dello scorso anno e Masciadri. Agli ordini di Pierre Vincent sono approdate da Lucca, Crippa e Battisodo, e poi Fassina, Gemelos, Olbis, Filippi e Micovic. In attesa di abbracciare il centro della nazionale francese Gruda che sostituirà Yacoubou in dolce attesa, il punto interrogativo per domenica sarà la presenza o meno di Jantel Lavender, il forte centro americano di ritorno in veneto dopo 5 stagioni.
In casa Lucca si è cambiato tutto con la sola Carolina Salvestrini promossa nelle 10.
A fare il punto sulla partita coach Lorenzo Serventi “Di Schio non bisogna mai fidarsi anche quando ha qualche giocatrice importante assente o come quest’anno cambia molto. Purtroppo il nostro precampionato si è ridotto a sole due amichevoli e questo non ci ha dato la possibilità di capire il nostro potenziale e dove effettivamente intervenire. Siamo un gruppo tutto nuovo, che lavora tanto e bene, con due americane che provengono da campionati meno tattici del nostro, comunque siamo curiosi, lo sono anche io, di vedere cosa riusciremo a fare contro le campionesse di Italia. Riguardo la partita credo che non sarà una gara ad alto punteggio, e quindi chi lavorerà meglio in difesa avrà le maggiori chance di vittoria. In questo momento non è facile vedere in attacco giochi spumeggianti, le due squadre sono ancora in fase di preparazione e credo sia normale non essere al massimo. Proprio per questo motivo se vogliamo competere dovremo essere bravi nelle cose che servono sempre, la difesa sul pick n roll, il tagliafuori e non subire facili canestri in contropiede,”
Alla vigilia parla anche la nuova capitana biancorossa Giulia Gatti, ex della partita “Sicuramente sarà un’emozione fortissima tornare al PalaRomare, è stata casa mia negli ultimi 4 anni. Oggi però il mio pensiero è solo per Lucca dove sto benissimo. Se devo parlare di emozione credo di condividerla con le mie compagnie, è sempre bello potersi giocare la possibilità di vincere un trofeo, noi ce la metteremo tutta poi vedremo cosa dirà il parquet.”