Serie A1

Lucca beffata sulla sirena da un canestro di Marshall

Sconfitta amarissima per le biancorosse che danno a lungo la sensazione di poter amministrare un vantaggio in doppia cifra giustamente conquistato grazie alla solidità difensiva e a buone soluzioni in attacco. San Martino resiste ai tentativi di allungo lucchese e dopo un overtime sbancano il PalaTagliate.
La cronaca
Partita subito intensa al PalaTagliate con le ragazze di Serventi che chiudono bene la propria area e riescono quasi sempre a trovare le proprie lunghe sotto canestro. Dopo 6.30 Abignente è costretto al time-out sul 15-6 Lucca, l’effetto è quello di abbassare il punteggio, al primo mini intervallo le biancorosse sono avanti 19-10.
Lucca parte subito forte anche nel secondo quarto trovando il +13 (23-10), San Martino risponde con la zona ed un parziale di 4-0, a 7.06 dall’intervallo è 23-14. Il trend positivo ospite si allunga fino al -4 (27-23) ma le biancorosse non tremano, stringono le maglie difensive e tornano a segnare.
Si va negli spogliatoi con un parziale aperto di 9-0 Lucca per il 36-23 di metà partita.
L’inizio di ripresa è ancora di marca lucchese con le padrone di casa che raggiungono il massimo vantaggio sul 40-26, ma è un fuoco di paglia perché si scatenano Tognalini e Webb e a 2.07 dal termine del quarto 46-43. Le mani biancorosse sono fredde e San Martino chiude il terzo quarto avanti di un punto sul 48-49.
Il quarto quarto è un’altalena di emozioni con le due squadre che si inseguono nel punteggio a 5 dal termine è perfetta parità a quota 53.
L’equilibrio non si sposta fino al 40esimo e la logica conclusione è l’overtime che le formazioni affrontano sul 59 pari.
Nel supplementare San Martino ribatte ai canestri di una scatenata Vaughn (30 punti e 13 rimbalzi) sino alla conclusione più amara per le lucchesi. A 15 secondi dal termine sul 68 pari, la palla è nelle mani giuste quelle di Gatti, il capitano biancorosso attacca il canestro ma Fietta fa la giocata della partita sradica la palla dalle mani del playmaker e lancia Marshall per il canestro sulla sirena che fa volare i due punti in Veneto.
Il commento
A fine gara è molto provato coach Serventi “Ci è mancato, come altre volte in passato, di ammazzare la partita quando eravamo sopra di 14 punti e invece abbiamo concesso loro di rientrare e a quel punto poi puoi vincere o perdere. Ci è mancato il killer instinct e contro queste squadre poi la paghi. Dispiace molto sia a me che alle ragazze, ci tenevamo tanto a vincerla per il nostro pubblico che ci ha incitato per tutta la gara. Purtroppo l’abbiamo persa noi quando al ritorno dagli spogliatoi abbiamo smesso di difendere, c’è grande amarezza.”
Serventi fa il punto anche sul momento della squadra “Dobbiamo comunque pensare positivo. Resettare tutto e pensare alla prossima partita che avremo un impegno molto difficile a Broni. La classifica si accorcia con questo risultato ma non sono preoccupato di quello, il campionato è di ottimo livello quest’anno, quindi dovremo resettare e ripartire. Lavoriamo sempre per migliorare sia nelle scelte che sulla mentalità. Non voglio che sia un alibi ma voglio sottolineare che siamo anche un po’ stanchi, abbiamo poche rotazioni e questo si fa sentire anche in settimana in allenamento, non facciamo drammi e continuiamo a lavorare ma la stanchezza si è vista nell’ultimo quarto. Peccato perché con un po’ di attenzione in più ad inizio terzo quarto stasera saremmo a commentare un altro risultato.”

Gesam Gas & Luce Lucca – Fila San Martino di Lupari (19-10 ; 15-13 ; 12-26 ; 11-10 ; 9-11)
Gesam Gas & Luce Le Mura Lucca: Vaughn 30, Orazzo 3, Gatti 4, Reggiani 4, Ngo Ndjock, Graves 15, Ravelli 8, Treffers 4, Salvestrini ne, Cibeca ne. All. Serventi
Fila San Martino di Lupari: Webb 18, Fietta 6, Tonello, Beraldo, Keys, Melnika ne, Profaiser ne, Milani, Marshall 16, Tognalini 15, Sandri 11. All. Abignente
Arbitri: Radaelli Roberto (Rho), Triffiletti Corrado (Messina), Castiglione Angela Rita (Palermo)

5 falli Treffers 39.28 Ravelli 44.01 Tognalini 44.27