Serie A1

Vincere con le Lupe per rilanciarsi in classifica

Dopo quasi un mese la Gesam Gas & Luce torna a giocare sul parquet del PalaTagliate, a fare visita la Fila San Martino di Lupari, appaiata in classifica proprio alle lucchesi.
Nel secondo turno di Round of Challenges Crippa e compagne sono chiamate a rifarsi della sconfitta di Ragusa per continuare a coltivare l’ambizione di presentarsi tra le prime quattro squadre in griglia play-off, risultato che garantirebbe il vantaggio del fattore campo in caso di Gara 5 nei quarti di finale.
I precedenti stagionali parlano chiaro, Lucca li ha vinti entrambi, ma non per questo la gara si può considerare facile, anzi, perché la pressione sarà tutta sulle spalle delle biancorosse, con le Lupe pronte ad approfittare delle sbavature lucchesi.
Ad un mese circa dall’inizio dei play-off la ricerca principale è quella del gioco, da quello si capirà meglio che ruolo entrambe le formazioni si ritaglieranno in primavera.
San Martino da questo punto di vista arriva certamente più rodata con un gruppo solido che gioca da tanti anni assieme, sul quale la dirigenza sta facendo crescere giovani di belle speranze come Jasmine Keys e Martina Fassina.
Il peso dell’attacco, però, è ancora sulle spalle dell’intramontabile Angela Gianolla, a 38 anni ancora leader del campionato alla voce assist, e delle americane Megan Mahoney e Jasmine Bailey, 25 punti cumulativi a partita.
Il punto di coach Serventi è proprio sul mix tra giovani e giocatrici esperte “San Martino è una squadra sempre capace di metterti in difficoltà, non scordiamoci che è l’unica formazione che è stata in grado di battere sia Schio che Venezia in campionato. È una squadra insidiosa con giocatrici molto esperte che conoscono bene il gioco e che si conoscono a memoria. Gianolla è un playmaker molto bravo a dettare i ritmi e quindi bloccarla potrebbe essere importante, ma non è la sola giocatrice di punta, c’è Mahoney che sa fare punti in tanti modi, ma anche Bailey e la stessa Filippi. Keys è, poi, una giocatrice davvero interessante che sa fare giocare vicino a canestro o dietro la linea dei 6.75. Insomma sono un bel mix di esperienza e gioventù, sarà una partita difficile”.
Dopo circa un mese alla guida coach Serventi fa un piccolo bilancio “È positivo, sono molto contento del rapporto che ho con la società e altrettanto di quello che ho con le ragazze. A me piace molto il lavoro e devo dire che in questo mi aiuta anche la professionalità delle giocatrici che ci stanno mettendo grande applicazione. Sono davvero soddisfatto anche dei nostri tifosi, sono sempre presenti agli allenamenti e ci sostengono con grande affetto”.
Sul lavoro in settimana “Abbiamo lavorato molto sull’attacco senza per questo mettere da parte la difesa dalla quale il nostro gioco non può prescindere. La nostra squadra ha caratteristiche particolari, abbiamo tante giocatrici alle quali piace tirare, ci manca un po’ il gioco in penetrazione, magari per prendere qualche tiro libero in più, dobbiamo riuscire in parte a snaturare le nostre caratteristiche e ci stiamo lavorando così come stiamo facendo sul ridurre le palle perse. Abbiamo poco tempo purtroppo ma l’impegno di tutti non manca”.
Palla a 2 prevista per le 18:00 di domenica 11 marzo, diretta streaming sul sito della Lega Basket Femminile.